Bottiglia della Solidarietà: una goccia di vino, un mare di solidarietà!

IMG_8008Il Movimento Turismo del Vino delle Marche presenta al Vinitaly 2017 la sua iniziativa benefica in aiuto delle popolazioni colpite dal sisma dell’agosto/ottobre 2016.

 

Il Vinitaly è il simposio del mondo del vino: qui ogni anno si incontrano vignaioli, imprenditori del vino, buyer, wine lovers, appassionati più o meno esperti.
Un crogiolo di professionalità, interessi, competenze differenti, tutti però che guardano al vino come l’oggetto del proprio desiderio, come un momento di piacere e conoscenza al tempo stesso.
Vinitaly è anche il momento in cui si ricomincia a parlare di Cantine Aperte, potremmo quasi dire che è qui che si da il là alle giornate di maggio, iniziando a parlare di programmi, eventi, manifestazioni collaterali.

Quest’anno il Movimento Turismo del Vino delle Marche ha un motivo in più per essere presente e per richiedere attenzione: un progetto di solidarietà che nasce da dentro, dalla voglia di fare ancora una volta sistema, di pensare agli altri anche in giornate di festa, come assolutamente sono quelle di Cantine Aperte. Perché la gioia è sempre maggiore quando si condivide.

Non vogliamo dilungarci sugli eventi sismici che hanno colpito il territorio marchigiano nei mesi di agosto ed ottobre 2016: tv e giornali ne hanno parlato e continuano a farlo, perché accadimenti traumatici come questi non si risolvono così tanto in fretta. Ma i marchigiani sono un popolo battagliero, che non ama piangersi addosso, ma piuttosto fare: meglio coniugare i verbi sempre al futuro!

E proprio in nome di questa voglia di ripartire, la Presidente del Movimento Turismo del Vino delle Marche, Serenella Moroder, è oggi qui per presentare l’idea della Bottiglia della Solidarietà, che coinvolgerà tutte le cantine socie del Movimento Turismo del Vino a livello nazionale, nelle giornate di Cantine Aperte 2017: “Da Presidente del Movimento Turismo del Vino Marche, ho voluto coinvolgere tutte le cantine socie in questo progetto perché sono sicura farà piacere a tutti poter dire “ho dato il mio contributo”. Mi sono rivolta ad un noto artista, di origini marchigiane, Andrea Agostini in arte “Ago”, che realizzerà un’etichetta dedicata nella quale verrà espresso il concetto di un forte legame tra mondo del vino e solidarietà. Ognuna delle cantine appartenenti al Movimento Turismo del Vino a livello Nazionale potrà aderire a questa iniziativa, mettendo a disposizione alcune bottiglie sulle quali apporre tale etichetta. La Bottiglia della Solidarietà verrà venduta nelle giornate di Cantine Aperte al prezzo di 10€ e tutto il ricavato sarà utilizzato per finanziare l’acquisto di un’ambulanza che operi sul territorio colpito dal sisma”.
Un’idea dunque ambiziosa che conta molto sulla voglia di ognuno di noi di fare qualcosa, nel suo piccolo: “Ovviamente, più saremo in grado di raccogliere fondi e più potremmo dotare questa ambulanza dei vari servizi di cui ha bisogno, specie per operare in zone complicate da un punto di vista geomorfologico. Ma – continua la Presidente Moroder – se il coinvolgimento sarà partecipato, riusciremo ad acquistarne addirittura due: sarebbe veramente fantastico!”.

Per ciascuno di noi sarà solo una piccola “goccia” che diventerà però un grande aiuto, concreto e apprezzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *